UN GIRO IN BICICLETTA PER I COLLI EUGANEI

SUI SENTIERI DELLA PISTA CICLABILE E2

Per coloro che amano il profumo dell’aria aperta e della primavera, non può mancare una passeggiata o una pedalata nel panorama dei Colli Euganei.  L’anello ciclabile dei Colli Euganei offre differenti percorsi, ognuno caratterizzato da propri punti di interesse storico, architettonico, idraulico e naturalistico. Padova, Este e Terme Euganee, nell’anello ciclabile E2, le tre mete principali in un percorso pianeggiante di 65 km con la piccola eccezione di lievi salite.

Il panorama del viaggio si apre con le sinuose, ondulate ed eleganti linee delle cime del Parco Regionale dei Colli euganei. Partiamo dalla città termale di Montegrotto Terme per immergersi in un affascinante viaggio nel tempo, un magico mondo di storia, mistero, arte e colori, per scoprirsi, poi, stregati dagli antichi fasti di una delle più importanti regge italiane: il Castello del Catajo di Battaglia Terme.  Percorrendo i canali di questa cittadina, la più piccola dei comuni della provincia di Padova, arriveremo ad intravedere sulla vetta di un piccolo colle, una bianca e maestosa villa, chiamata Villa Selvatico e un po’ più avanti Villa Emo dal tipico giardino all’italiana.

Continuiamo il nostro pianeggiante itinerario verso Monselice, città caratteristica per il Santuario Giubilare delle Sette Chiesette che sale a villa Duodo sul Monte della Rocca. Proseguendo il percorso verso sud, attraversando il complesso Buzzaccarini-Benedetti e Villa Barbaro, la vista si apre sui sontuosi Colli Euganei, dei quali riconosciamo il Monte Venda. Rivolgendosi al Monte, ci soffermiamo nella piccola cittadina estense “Este” nella quale si ergono le imponenti mura del Castello d’Este degli anni ‘40 del XIV secolo. Attraversando il raccolto centro storico estense, costeggiamo il canale Bisatto, che in località Bomba affianca una fornace che oggi è sede del Museo geo-paleontologico dei Colli Euganei.

Proseguiamo, oramai immersi nel verde e in piccole stradine di collina, verso il Monte Lozzo, alle cui pendici si trova il duecentesco Castello di Valbona e termina in un’antica e magica atmosfera di Vò vecchio. Si percorrono stradine campestri costeggiate da vigneti attraversando i paesetti di Bastia di Rovolon e Montemerlo per giungere nell’estremità nord-est dei Colli dalla quale si scorge l’Abbazia di Praglia, monastero benedettino di epoca rinascimentale, luogo di cultura, culto e arte. Dopo una breve sosta in questo angolo immerso nel verde della campagna veneta, intraprendiamo il ritorno verso la città termale di Montegrotto Terme, percorrendo un piacevole, tranquillo e suggestivo itinerario parallelo alla strada principale ma completamente distaccato e di tutt’altro paesaggio. Strade bianche che si intersecano, costeggiando una stretta e continua linea d’acqua con brevi ed interrotti tratti alberati. La via e il paesaggio ci accompagnano direttamente al centro di Montegrotto Terme in prossimità della rinomata pasticceria “Dalla Bona” o alla vostra casa “Continental Terme Hotel”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...